venerdì 29 luglio 2016

Girasole di pasta sfoglia

Non dobbiamo essere banali..nemmeno a tavola :-), sorprendere e creare qualcosa di bello lascia sempre molta soddisfazione!
L'estate è la stagione dei pranzi/cene all'aperto, in famiglia o con gli amici, e i must sono sicuramente le grigliate e piatti freddi dove abbondano verdura e frutta e dove possiamo sbizzarrirci con la nostra creatività ed arte ai fornelli.
Un'idea molto carina e semplice, ma di grande effetto è il Girasole di Pasta Sfoglia, è davvero bellissimo da presentare e il successo a tavola è garantito, visto che la forma si presta perfettamente a questa stagione!
E' l'ideale per apericena, pranzi e cene, dove ognuno si serve da sè e stuzzica un po' di tutto. I petali del girasole sono già una comoda porzione da staccare e gustare, il ripieno è morbido e leggero, con ricotta e spinaci, ma ovviamente al posto degli spinaci è possibile utilizzare pomodoro, olive, funghi, ecc., in base ai gusti. Questa è comunque la mia preferita ;-).

Ingredienti:

2 rotoli di pasta sfoglia rotondi
400 g di spinaci
400 g ricotta
1 uovo
Pane grattuggiato
Grana padano (circa 40g)
Sale q.b.
Semi di papavero q.b.

Procedimento:

Cuocere in padella gli spinaci (ho utilizzato quelli surgelati) con un filo d'olio, sale e cipolla, che solitamente preparo la sera prima così al mattino sono già pronti per essere utilizzati nella ricetta, altrimenti vanno cotti e lasciati raffreddare.
Verso gli spinaci in una ciotola e aggiungo la ricotta, l'uovo, il pane grattuggiato, il grana padano e il sale (e pepe per chi lo desidera), mescolando bene il tutto unendo perfettamente gli ingredienti.
Posizionare il primo rotolo di pasta sfoglia sulla teglia del forno (o in una teglia a misura) e cospargere di pane grattuggiato (aiuterà a rendere meno umida la pasta). Versare il composto prima al centro della pasta sfoglia e poi su tutto il contorno (come di vede dalle foto). Coprire con il secondo disco di pasta e appoggiare una ciotola che possa contenere tutto il ripieno sottostante, poi con un bastoncino di legno fare dei fori lungo tutto il perimetro della ciotola, questi saranno il punto di partenza del taglio che si farà in un secondo momento, poi togliere la ciotola.
con una forchetta siglillo il bordo della pasta unendo bene i due dischi.
Con un coltello tagliare gli spicchi partendo dal puntino creato, poi ogni spicchio deve essere ruotato di 45° verso sinistra.
Spennellare infine la superficie del girasole con un uovo e cospargere il centro con i semi di papavero.
Cuocere in forno a 180-200° per 40 minuti circa.












domenica 24 luglio 2016

Una teglia di verdure!

Difficile descrivere il profumo in cui era immersa la mia cucina questa mattina: erbe aromatiche (dal timo alla maggiorana, dal basilico all'origano), le verdure fresche (pomodoro, zucchine, melanzane e patate) e passata di pomodoro:-)
È un piatto sano, gustoso e bellissimo..anche in questa ricetta i colori sono protagonisti!
Dalla semplicità di questa ricetta si ottiene un contorno davvero speciale e splendido da presentare in tavola, ottimo sia caldo che a temperatura ambiente.
È possibile variare il "condimento" in base ai gusti, il formaggio a fette per esempio rende il contorno un piatto unico!

Ingredienti:

(Mi riferisco a verdure di media grandezza e diametro abbastanza piccolo)
2 zucchine
1 melanzana 
3 patate 
3 pomodori 
Salsa di pomodoro 
Cipolla
Erbe aromatiche 
Sale q.b.
Grana padano 

Procedimento:

Tagliare le verdure a rondelle abbastanza sottili. Cospargere il fondo della teglia con la passata di pomodoro, un pizzico di sale e cipolla. Sistemare le verdure alternandole, zucchine - melanzane - pomodoro - patate, poi condire con olio, sale e erbe aromatiche! Infine cospargere di formaggio grattugiato.
Cuocere in forno a 180/200° per 50 minuti circa.









giovedì 21 luglio 2016

Cestino di pasta sfoglia con zucchine arrotolate

A proposito di ricette che da tempo voglio sperimentare, le zucchine arrotolate da collocare nella pasta sfoglia e ricavarne una bellissima torta salata è una di queste.
Sui vari social vedevo in continuazione zucchine arrotolate da cucinare in diversi modi, sia come semplici involtini, sia con pasta e besciamella, ecc.. La mia idea invece è stata quella di creare una torta salata farcita con i bellissimi rotolini di zucchine, al cui interno poi ho inserito un cubetto di formaggio, e infine riempire gli spazi con le uova sbattute; la forma rettangolare piccola della torta la farà sembrare un piccolo cestino. Può sembrare banale, ma il risultato mi è piaciuto davvero tantissimo!
Quando ho tagliato la torta salata erano ben visibili i rotolini verticali, con attorno l'uovo e all'interno un cuore morbido..bella e buona anche questa volta!!
Scrivo questa ricettina semplicissima e rapidissima, ma davvero carina da servire e presentare nei nostri pranzi o cene estive, perfetta servita tiepida o anche fredda..insomma da provare!

Ingredienti (per 2 torte piccole):

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
2 zucchine
4 uova
Formaggio a cubetti (tipo Galbanino)
grana padano q.b.
sale e pepe q.b.

Procedimento:

Per questa ricetta ho utilizzato due teglie piccole, così da poter servire la torta salata in due punti del tavolo. 
Tagliare a metà la pasta sfoglia rettangolare e posizionare nelle teglie (anch'esse rettangolari) coperte da carta forno. Tagliare con un'affettatrice o con una mandolina le fettine di zucchina in lunghezza (devono essere lunghe e sottili), e arrotolare. Posizionare il rotolino sulla pasta sfoglia e così fino al riempiemento completo. Tagliare a cubetti il formaggio e inserire il cubetto al centro del rotolino.
Sbattere in una ciotola 2 uova (2 per ogni teglia) con il grana padano, il sale e il pepe, e cospargere le zucchine riempiendo bene tutti gli spazi.
Arrotolare i bordi della pasta, che sarà più spessa nei lati corti dando l'idea di un cestino.
Cuocere a 180° per 30/40 minuti.
È possibile anche aggiungere le carote arrotolate o le melanzane.





mercoledì 20 luglio 2016

Tortillas #1

Programmare. Parola chiave per organizzare tutto al meglio. Questo comprende anche il "cosa cucino pranzo e cena durante la settimana??"..ecco solitamente lo faccio, quando preparo la lista della spesa per la settimana penso a ciò che cucinerò nei vari giorni. Ovviamente mooltooo spesso non accade, non si programma nulla e si improvvisa! Ed è bellissimo anche così (dopo che hai deciso cosa preparare!) e possono nascere piatti golosi con gli ingredienti che trovi in frigorifero!
Ieri è stato uno di quei giorni: zero idee e poco tempo.. apro il frigorifero ed ecco l'idea!
Avevo comprato una confezione di Tortillas integrali da provare, così ho pensato di improvvisare un ripieno un po' rivisitato :-)

Ingredienti:

Fettine di pollo (io uso quelle sottilissime)
1 peperone rosso
1 cipolla rossa di Tropea
Salsa di soia q.b.

Procedimento:

Tagliare il peperone a listarelle in lunghezza, in modo da ottenere dei bastoncini, e tagliare la cipolla a fettine sottili. Saltare in padella con un filo d'olio, un pizzico di sale e un pizzico di zucchero, aggiungere due o tre cucchiai di acqua e cuocere.
Nel frattempo, tagliare le fettine di pollo a listarelle di circa 1 cm, passerle nella farina e cuocerle in una padella con un filo di olio e.v.o. per pochi minuti. Quando la cottura è quasi ultimata, aggiungere la salsa di soia a piacere (a me piace molto quindi ne aggiungo finchè il pollo non si è colorato ben bene). 
Stendere un foglio di carta alluminio e appoggiare la tortilla, farcire nella parte centrale con il pollo, il peperone e la cipolla, poi chiudere una metà e poi l'altra. Sigillare con il foglio di alluminio e appoggiare la tortilla in una padella a fuoco basso con un coperchio, "scaldando" per 5 minuti da un lato e poi 5 minuti dall'altro.
Togliere la tortilla dalla carta e servire accompagnando con il resto delle verdure rimaste, nel mio caso ho aggiunto anche i fagioli di soia alle altre verdure e al pollo rimasti.

L'idea in più: le strisce di pollo con la salsa di soia sono un piatto che preparo spesso a casa perchè è veloce e molto buono; anzichè utilizzarlo per farcire, lo servo unendo i funghi, oppure i fagioli di soia, ecc. al pollo stesso con la salsa. A volte aggiungo anche il sesamo, che faccio tostare prima di aggiungere la salsa di soia.







giovedì 14 luglio 2016

What I eat in a day! #1 - Weekend -

 Il weekend finalmente si avvicina e iniziamo ad organizzarci per come trascorrerlo al meglio, anche per le cosine da programmare per eventuali pranzi o cene in compagnia! Oggi però ho dedicato un post a ciò che impazza sul web da diverso tempo, la mania del "What I Eat in a Day", ed ho provato a filmare/fotografare cosa preparo e mangiamo in una giornata tipo, nel weekend in questo caso, e ovviamente Summer Edition :-))))!
Infatti è la versione estiva di un sabato o una domenica "tranquilli", dove siamo solo io e mio marito a casa a pranzo e dove per cena preparo la pizza o la focaccia anche per eventuali ospiti.
La mia colazione è abbastanza fissa per tutto l'anno e consiste in uno yogurt (quasi sempre magro, salvo eccezzioni come questa!), caffè e cereali. Per questi ultimi devo aprire una parentesi, perchè per un certo periodo compravo quelli integrali con scaglie di cioccolato, buonissimi ma purtroppo ricchi di zuccheri vari e altre cosine che sappiamo non essere il massimo del benessere..così da qualche mese a questa parte prendo i fiocchi di mais biologici, che negli ingredienti hanno solo il mais, zucchero di canna e sale. Verso lo yogurt in una ciotola e poi unisco i cereali, mio marito invece aggiunge allo yogur un cucchiaino di nocciolata e aggiunge i muesli.
A pranzo cerchiamo di consumare principalmente proteine quando sappiamo che per cena ci sarà la pizza o la focaccia e il relativo carico di carboidrati :-)! In questo caso ho optato per una frittata alle zucchine, con l'aggiunta di un goccio di latte di soia per rendere la frittata più "gonfia" e spugnosa, accompagnata da una bella insalatona con pomodorini e olive nere. In alternativa avrei preparato un bella caprese con mozzarella, pomodoro, origano e basilico, oppure mille altri piatti con verdure!
Per cena come ho già scritto ho preparato la focaccia con i pomodorini e i muffin-pizza davvero golosi, ideali per una cena in famiglia o con gli amici e la ricetta l'ho scritta proprio ieri qui sul blog!
Questa tipologia di video o argomento è utile per avere qualche idea in più su come impostare o da cui trarre spunto per variare i nostri piatti. Come dicevo il web ne è ricco, soprattutto YouTube, l'unica cosa da sottolineare è che sono semplicemente video o post indicativi relativi ai gusti personali di ogni singola persona, senza riferimenti a diete o quat'altro, quindi devono essere visti o letti semplicemente come idee carine da condividere ;-).

Colazione


Pranzo


Cena




Il video


mercoledì 13 luglio 2016

Muffin Pizza o Pizza Muffin??!!

Spesso capita di avere una ricetta che vuoi provare da tanto tempo e ogni volta che c'è un'occasione te ne dimentichi o rimandi alla prossima volta..ecco questo è il caso per me dei Pizza Muffin o Muffin Pizza!
Avevo visto su altri blog e canali YouTube versioni diverse di questa ricetta, e la voglia finalmente di provarli mi è venuta vedendo le foto sul blog di Federica ( http://fcomefornelliforchettaefarina.blogspot.it/ )  allora ho deciso di utilizzare il mio impasto base della pizza aggiungendo solo un ingrediente in più, il latte, per regalare una morbidezza maggiore alla pasta, lo stesso impasto che utilizzo anche per la focaccia. 
Il risultato è meraviglioso e ovviamente super goloso! Infatti questi Muffin Pizza possono essere farciti con tutto ciò che più ci piace!
Ho deciso di prepararli con pomodoro, mozzarella, olive nere e origano, ed erano semplicemente buonissimi!! Successo garantito!
In questo caso avevo preparato l'impasto per la focaccia con pomodorini, così ho utilizzato 500 g di farina, ho steso circa metà impasto per la focaccia e l'altra metà per i muffin e ne sono usciti 8. La ricetta dell'impasto base l'ho già scritta qualche giorno fa, ora scrivo gli ingredienti aggiungendo il latte:

Ingredienti:

500 g farina tipo 0
1 patata
1 bustina di lievito di birra secco
2 cucchiaini di zucchero 
2 cucchiai di olio
100 ml latte (io utilizzo quello di soia)
200 ml acqua
1/2 cucchiaio di sale
Per il ripieno: mozzarella a cubetti, passata di pomodoro, origano, olive nere.
Dalle immagini si capisce perfettamente il procedimento, basta dividere l'impasto in piccoli panetti, stendere i dischetti e farcirli. Chiudere a "sacchetto" e appoggiare il Muffin nelle apposite cartine, e poi all'interno di una teglia per Muffin.
Cuocere a 200° per 10/15 min in forno ventilato, oppure a 220° in forno statico.
Se dobbiamo prepararli e abbiamo poco tempo, è possibile sostituire il lievito di birra con il lievito istantaneo, così impastiamo e inforniamo subito!

 









lunedì 11 luglio 2016

Ghiaccioli 100% frutta!

L'estate porta con sè anche la voglia di gelati e ghiaccioli, che ci donano piacevoli sensazioni di freschezza immediata! Per una sana merenda è possibile unire la voglia di frutta alla voglia di freschezza tipica del ghiacciolo: preparare questi bellissimi "fruttini" o più semplicemente, ghiaccioli 100% frutta!
Veloci, semplicissimi e dai mille gusti possibili, sono perfetti anche per la merenda dei bambini. La consistenza è una via di mezzo tra il gelato e il ghiacciolo, quindi un ottimo compromesso!
I miei preferiti sono quelli bigusto pesca e fragola, oppure kiwi e fragola, mentre con la banana spesso li preparo a gusto unico, ma sperimenteró sicuramente altri abbinamenti.
Prepararli è molto semplice e non necessita l'avere in casa chissà quali ingredienti, basta semplicemente la frutta e lo zucchero di canna se li volete addolcire ulteriormente; l'unica cosa che serve come "attrezzatura" sono gli stampi dei ghiaccioli, è possibile trovarli ovunque, al supermercato, nei negozi di casalinghi, ecc., io li ho acquistati all'Ikea e costano veramente poco.
Il consiglio che posso dare è quello di acquinstare gli stampi singoli estraibili dal supporto, perchè in commercio ci sono anche quelli monoblocco, ma poi ci si ritrova in difficoltà nel momento di estrarli.

Ingredienti per 6 ghiaccioli:

2 Pesche mature
20 fragole circa (dipende dalla dimensione e da quanto strato volete fare)
2 cucchiaini di zucchero di canna

Procedimento:

Sbucciare e tagliare le pesche a cubetti grossolani, metterli un una ciotola o nel bicchiere del frullatore ad immersione e frullare finchè non risulta una purea densa. Aggiungere un cucchiaino di zucchero di canna e mescolare. Con un cucchiaio, riempire gli stampi fino a metà circa e riporre nel freezer per 10 minuti.
Nel frattempo lavare e tagliare le fragole, metterle in una ciotola aggiungendo lo zucchero e frullare.
Passati i 10 minuti tolgo gli stampi dal congelatore (la purea di pesche si sarà compattata) e sempre con l'aiuto di un cucchiaio, aggiungo la purea di fragole. A questo punto chiudo con il "bastoncino" di plastica in dotazione. Riporre nel congelatore per qualche ora. Per toglierli facilmente dallo stampo, basta far scorrere acqua tiepida sul contenitore di plastica e il gioco è fatto!









domenica 10 luglio 2016

Green Tea Peach Lemonade

In estate cerchiamo sempre qualcosa  che ci possa rinfrescare e dissetare oltre all'inseparabile bottiglia d'acqua che ci portiamo ovunque. Come l'anno scorso ho preparato l'acqua "detox" in diverse versioni: limone e mirtilli, lamponi e limone, cetriolo e menta, ecc. La vera novità di quest'anno nelle mie preparazioni è arrivata dall'ispirazione del Green Tea - Peach - Lemonade di Starbucks che ovviamente ho scoperto durante il nostro viaggio a New York, e me ne sono subito innamorata!
Non solo, la cosa più sorprendente è che piace moltissimo anche a mio marito che non si può certo definire un gran bevitore di tè..quindi il minimo che potessi fare era cercare il modo di riproporlo a casa, ed eccomi qui con la soluzione!
Inoltre da non trascurare le proprietà del tè verde che di per sè è molto più di una semplice bevanda. Può essere considerato come un vero e proprio "medicinale naturale". Le popolazioni del Giappone lo sanno bene e da secoli lo utilizzano per via delle sue proprietà benefiche, che nel corso degli anni hanno ricevuto sempre più conferme da parte della scienza. E' un antibatterico naturale, è ricco di antiossidanti e aiuta a prevenire molte patologie. Il suo gusto però non sempre piace a tutti quindi questa "ricetta" che ho sperimentato è gradevole anche per chi solitamente storce il naso!
Anziché utilizzare lo sciroppo preparato, come nella grande distribuzione, ho pensato di sfruttare l'infusione a freddo delle acque detox anche per il tè, ecco come:

Ingredienti:

1 litro d'acqua 
3 bustine di te verde
1 pesca
1 limone
3 cucchiaini di zucchero di canna 

Portare ad ebollizione l'acqua e versarla in un contenitore che sia poi richiudibile, mettere poi in infusione le bustine di tè verde per 3/4 minuti, le tolgo e lascio raffreddare.
Nel frattempo tagliare a cubetti la pesca e il limone e metterle in infusione quando il tè verde avrà raggiunto la temperatura ambiente. Chiudere il contenitore e riporre in frigo per una notte. Togliere la frutta e filtrare, versando il te in una brocca o una bottiglia.



sabato 9 luglio 2016

Crostata di frutta

Uno dei dolci estivi per eccellenza è sicuramente la crostata di frutta! Difficile trovare qualcuno che in questa stagione non ne abbia mangiata almeno una fetta, io per esempio l'ho preparata per festeggiare i nostri due mesi di matrimonio e ne prepareró una anche la settimana prossima per il compleanno della mia adorata nonna :-)!
La ricetta che propongo per la pasta frolla è in verità un po' diversa dal solito, perché come capita spesso ho dovuto considerare l'intolleranza al lattosio di mamma e sorella, così negli ingredienti per l'impasto non ho utilizzato il burro ma bensì l'olio di semi di girasole. La prima volta che ho provato devo dire che ero un po' scettica, ma subito ho dovuto ricredermi perché la pasta frolla era perfetta e buonissima, leggera e golosa!
Quindi la consiglio a chiunque abbia problemi di lattosio, ma anche a chi vuole una torta un po' in versione light!
Inoltre per creare una simpatica forma a "cestino" ho sagomato la pasta aiutandomi con la carta forno e per evitare in cottura di doverla cuocere con i legumi per evitare bolle, ho scelto di farla cuocere sul retro della teglia. 

Ingredienti:

1 uovo
70 g di zucchero
60 g olio di semi di girasole
1/2 cucchiaino di lievito vanigliato
220 g di farina

Procedimento:

Rompo l'uovo nella ciotola, aggiungo lo zucchero, l'olio e il lievito mescolando tra loro gli ingredienti . Aggiungo poco alla volta la farina finchè non ottengo un impasto liscio ed omogeneo. Quando non appiccica, la pasta frolla è pronta! Stendo la pasta e la faccio cuocere sul retro della teglia per evitare, come dicevo, le bolle in cottura.
Farcisco poi con crema pasticciera (che ho preparato con latte di soia) e ovviamente tanta frutta! Infine versare la gelatina per "lucidare" il tutto!
Bella e buona!!



Aggiungo anche il video rapidissimo in cui sono riassunti i passaggi!


mercoledì 6 luglio 2016

Pizza: la ricetta del mio impasto


Ammetto di essere super golosa di tutto ciò che riguarda il pianeta pizza :-) e la pizza fatta in casa è sempre la migliore, con il suo meraviglioso impasto e con i suoi tempi di lievitazione. La pizza è un appuntamento settimanale a casa nostra, che sia al forno o in padella (di cui parlerò presto), quindi il sabato o la domenica si prepara l'impasto! Da quando ho perfezionato questa ricetta, sostituendo o cambiando dosi e ingredienti, è diventata ufficialmente la pizza più buona mai assaggiata ;-) e quando la preparo per parenti o amici è sempre un gran successo!
Se impasto solo per noi a casa utilizzo la farina integrale o semintegrale di tipo 2 che noi adoriamo, ma quando abbiamo ospiti sapendo che purtroppo non a tutti piace o non tutti sono ancora entrati nell'ottica di queste meravigliose farine, utilizzo la farina 00 oppure 0, in ogni caso questa ricetta è veramente fantastica. Non so nemmeno io se il trucco sia negli ingredienti, nel levito o nelle teglie, ma la morbidezza di questa pizza è veramente unica. Così morbida da ricordare una focaccia, e così leggera da non appesantire!
Ovviamente essendo abituati alla pizza fatta in casa, ci si rende maggiormente conto di come alcune pizze mangiate fuori spesso si rivelino pesanti da digerire dando un senso di gonfiore: il segreto è nella lievitazione, più lasciate lievitare la pasta e migliore sarà l'impasto.

Ingredienti:

500 g farina
1 bustina di lievito di birra secco
1 patata media
350/400 ml acqua
2 cucchiai di olio
2 cuchiaini di zucchero 
1/2 cucchiaio di sale

Procedimento:

Verso la farina in una ciotola, aggiungo il lievito e i due cucchiaini di zucchero.
Taglio la patata a cubetti e la cuocio in acqua bollente, quando è cotta la metto nello schiaccia patate e ottengo una consistenza morbida e senza grumi che aggiungo alla farina, mescolando bene con le mani.
Aggiungo l'olio e infine poco alla volta anche l'acqua, in cui ho sciolto il sale precedentemente. Impasto bene il tutto su un piano e formo una palla sulla quale creo un'incisione a "x" e la posiziono in una ciotola coprendola poi con una pellicola.
A questo punto lascio lievitare per almeno 3 ore (io la impasto la mattina e la stendo poi per cena, in questo modo lievita qualche ora in più!).